fbpx
 In Dai Soci e dai Partner, Sos Covid19

L’azienda milanese che gestisce immobili per i turisti in tutta Italia – inserita proprio in questi giorni dal Financial Times tra quelle europee cresciute maggiormente nell’ultimo triennio – mette a disposizione dei piccoli operatori del settore, che rischiano di essere spazzati via dalla crisi in atto, il suo Team per consulenze personalizzate sui segmenti chiave dello short term, i cosiddetti affitti brevi.
C’è il rischio che le realtà meno strutturate dell’extra alberghiero non sopravvivano alla crisi, e per supportarle ci siamo mobilitati subito con soluzioni straordinarie nella convinzione che l’extra alberghiero ne uscirà più forte di prima. La casa da mettere a reddito è l’oggetto magico che aiuterà gli italiani a rialzarsi una volta passata la tempesta” spiega Marco Celani, AD Italianway e promotore dell’iniziativa. 

Come aprire il FIS (fondo di integrazione salariale) e ridurre i costi del personale senza licenziare; come utilizzare al meglio le misure che il governo ha messo in campo per il settore extra alberghiero; come rendere flessibili le tariffe e ottimizzare il lavoro dei channel manager: sono solo alcune delle aree di crisi che gli imprenditori del settore extra alberghiero stanno affrontando e sulle quali Italianway, start up prop tech tutta italiana inserita proprio in questi giorni dal Financial Times nella classifica delle top 1000 aziende europee che sono cresciute maggiormente nell’ultimo triennio, lancia la sua Unità di Crisi (https://info.italianway.house/gestione-emergenza-turismo/), con i massimi esperti del Team, top management compreso, in campo per una campagna di consulenze personalizzate per aiutare gli operatori più piccoli a sopravvivere all’emergenza scatenata dal coronovirus con il crollo verticale delle prenotazioni che ha interessato tutto il comparto turismo.

 

Si tratta di una vera e propria Unità di Crisi – spiega Marco Celani, AD Italianway – con tutti i nostri manager ed esperti in campo, naturalmente in maniera gratuita, per supportare concretamente con consigli e indicazioni su come gestire l’emergenza chi opera nel settore extra alberghiero e sta vivendo settimane difficili. La nostra è un’azienda strutturata che sta reagendo con grande vigore alla sferzata del crollo delle prenotazioni: come Italianway abbiamo prontamente rimodulato la struttura dei costi rispetto alla tempistica di durata stimata della crisi e al momento ci siamo fasati su 6 mesi. Tutta l’azienda è stata in grado di lavorare in smart working in 2 giorni e ci siamo messi in modalità di ascolto dei nostri clienti, il nostro vero asset tra partner, proprietari e ospiti, per capire le loro necessità in questo momento di crisi globale. Ci stiamo concentrando su quello che conta. Fare poche cose in modo ottimale. Abbiamo già ottenuto la moratoria dei finanziamenti, concordato modalità di pagamento differite con tutti i fornitori e rimodulato le tariffe delle case che gestiamo. Stiamo mettendo online sul nostro portale circa 200 appartamenti già contrattualizzati, per arrivare a 1500 case online a giugno e farci trovare super pronti per quando il mercato ripartirà! Tanti nuovi proprietari ci chiamano in queste ore per affidarci i loro immobili che sono la cosa più preziosa che hanno, nella certezza che appena passata la crisi potranno rialzarsi proprio attraverso la rendita, figlia della messa a reddito affidata a noi che siamo un operatore professionale, delle loro seconde case, veri e propri oggetti magici che consentiranno un lieto fine alla situazione pesante che tutti viviamo al momento”.

 

Contestualmente Italianway sta portando avanti in questi giorni, in un’ottica di totale collaborazione e in nome dei big player italiani dello short term e dell’Associazione Italia StartUp di cui rappresenta una delle realtà più innovative, il dialogo con le Istituzioni dialogando continuamente con il Ministero dell’Economia ed investendo direttamente il MiBACT, nella persona della Sottosegretaria al Turismo On. Lorenza Bonaccorsi, delle richieste delle misure necessarie per garantire la tenuta e la ripartenza del settore extra alberghiero.

Per contattare l’UNITÀ DI CRISI ITALIANWAY: (https://info.italianway.house/gestione-emergenza-turismo/)

Start typing and press Enter to search